domenica 1 maggio 2016

un mex di papa Francesco per teologi e idr

Se sostituite teologia con insegnamento della religione cattolica e santità con professionalità (ma non solo con queste permutazioni) la riflessione di papa Francesco vale anche per noi docenti di scienze bibliche e teologiche e noi docenti di religione. Una riflessione che aspetta una quotidiana testimonianza.

Dimenticavo: lo spagnolo è soltanto una lingua! Tradurre queste parole significherebbe far svanire il profumo di una lingua ed il calore delle sue parole. Chi non conosce lo spagnolo, anziché pigramente rassegnarsi può affidarsi al traduttore di Google o leggere più volte il testo e far risuonare ogni parola spagnola con quanto di italiano, latino, … spagnolo conosce. Alla fine avrà non soltanto il significato ma una sinfonia di significati e una risonanza di evocazioni e di prospettive. Ancora di più avviene quando si legge la Bibbia in quelle lingue altre dalla nostra.